AQUADOT - Società d'ingegneria | Ingegneria costruzioni idrauliche e costiere

Ricerche


AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Kuehlungsborn

Progetti di ricerca




HWS-Bildung - Anpassung der Ausbildung Deichverteidigung und Hochwasserschutz der THW-Bundesschule Hoya an die Herausforderungen des Klimawandels

Hochschule Bremen, Institut für Wasserbau, Bundesministerium für Umwelt, Naturschutz, Bau und Reaktorsicherheit, 2016-17
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Probeaufbau des Sandsackersatzsystems 'FLUTSCHUTZ-Auflastfilter' durch die THW-Ortsgruppe Hamburg-Altona am Elbedeich bei Dömitz

Ziel des Projekts HWS-Bildung ist die Entwicklung und pilothafte Umsetzung von Ausbildungsmodulen an der THW-Bundesschule Hoya zur Deichverteidigung und zum Hochwasserschutz mit dem Fokus der Klimawandelanpassung. Die Überarbeitung und Erweiterung der bestehenden Bildungsmodule bezieht sich insbesondere auf die folgenden Themen:

  • Aspekte des Klimawandels und naturwissenschaftliche Grundlagen von Hochwasserereignissen
  • Vulnerabilität der Hochwasserschutzsysteme bei Eintritt von Extremereignissen
  • Technik und Logistik des abwehrenden Hochwasserschutzes unter Einbindung neuartiger Schutzsysteme (sogenannte Sandsackersatzsysteme)

Darüber hinaus sollen Konzepte entwickelt werden, die darauf abzielen auch nicht organisierte Bevölkerungsschichten - also Personen die nicht dem THW, Feuerwehren oder anderen Hilfsorganisationen angehören - hinsichtlich der Problematik Hochwasserschutz und Klimawandelanpassung zu sensibilisieren und ihnen als potentielle freiwillige Helfer eine Grundausbildung in der Deichverteidigung und im Hochwasserschutz anzubieten.

Am Kooperationsprojekt beteiligte Forschungseinrichtungen und Institutionen:

  • Hochschule Bremen, Institut für Wasserbau
  • THW-Bundesschule Hoya

Gefördert vom Bundesministerium für Umwelt, Naturschutz, Bau und Reaktorsicherheit BMUB aufgrund eines Beschlusses des Deutschen Bundestags.



DeichSCHUTZ - Entwicklung von Systemen zur Minderung des Auftriebs in versagensgefährdeten Deichen

Hochschule Bremen, Institut für Wasserbau, Deutsche Bundesstiftung Umwelt, 2014-17
IWA, Institut für Wasserbau, Hochschule Bremen
Bau des Testdeichs auf dem Gelände der THW-Bundesschule Hoya

Ziel des Projektes DeichSCHUTZ ist die Entwicklung eines neuartigen mobilen Deichschutzsystems zur Stabilisierung von Deichen bei Hochwasserereignissen. Das Deichschutzsystem soll, angebracht an der Außenböschung eines mit hohen Wasserständen belasteten Deiches, zur Absenkung der Sickerlinie im Deich und somit zur Stabilisierung des Deichkörpers ohne zusätzliche Materialaufbringung an der Binnendeichböschung führen. Hiermit kann mit einem geringen Material-, Personal- und Zeiteinsatz eine Stabilisierung des Deiches erreicht werden, so dass nur geringe oder keine Sicherungsmaßnahmen an der Deichbinnenböschung erforderlich werden. Im Rahmen des Projekts DeichSCHUTZ wird unter anderem ein Testdeich auf dem Gelände der THW-Bundesschule Hoya zur Entwicklung und zum Test der Labormodelle und Prototypen erstellt.

Am Kooperationsprojekt beteiligte Forschungseinrichtungen, Institutionen und Firmen:

  • Hochschule Bremen, Institut für Wasserbau
  • THW-Bundesschule Hoya
  • OPTIMAL Planen- und Umwelttechnik GmbH, Menden

Im Rahmen des Programms Forschung an Fachhochschulen gefördert vom Bundesministerium für Bildung und Forschung BMBF aufgrund eines Beschlusses des Deutschen Bundestags.




DeichKADE - Entwicklung wassergefüllter Schlauchkonstruktionen zum Einsatz als Deichaufkadung

Hochschule Bremen, Institut für Wasserbau, Deutsche Bundesstiftung Umwelt, 2014-17
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Deichaufkadung auf dem Elbedeich bei Hitzacker im Juni 2013

Ziel des Forschungsprojektes DeichKADE ist die Entwicklung von mobilen, ohne weitere Verankerungen ortsfest installierbaren und mit Wasser befüllbaren Schlauchkonstruktionen für die sichere und ressourcenschonende Aufkadung von überflutungsgefährdeten Deichabschnitten.

Die zu entwickelnden Schlauchkonstruktionen sollen sicher und effizient und somit auch mit geringem Personal-, Material- und Transporteinsatz verwendbar sein und Sandsackaufkadungen auf Deichen ersetzen.

Am Kooperationsprojekt beteiligte Forschungseinrichtungen und Firmen:

  • OPTIMAL Planen- und Umwelttechnik GmbH, Menden
  • Karsten Daedler e.K. - Konfektion von Planstoffen und Folien, Trittau
  • Hochschule Bremen, Institut für Wasserbau

Gefördert von der Deutschen Bundesstiftung Umwelt DBU.




Sviluppo di sistemi di protezione per contrastare le esondazioni in caso di emergenza

Ricerca congiunta tra le società FLUTSCHUTZ
Wasserbau, Küsteningenieurwesen, AQUADOT
FLUTSCHUTZ - Quellkade
Wasserbau, Küsteningenieurwesen, AQUADOT
FLUTSCHUTZ - Auflastfilter

Ricerca congiunta tra le società FLUTSCHUTZ - Aquadot e la società Karsten Daedler - lavorazione speciale di membrane, Trittau così come pianificazione ottimale e tecnologia ambientale GmbH, Menden, dal 2011

Il piano di lavoro, basato sul progetto di ricerca HWS-Mobil incentivato dal ministero tedesco dell'economia e della tecnologia, si è concluso nel maggio 2011. Le società coinvolte stanno sviluppando un sistema di dispositivi mobili per la protezione dalle inondazioni da utilizzare in caso di emergenza e pronto per la produzione in massa. I dispositivi sviluppati presentano le seguenti caratteristiche.

  • Alta affidabilità
  • Alta funzionalità
  • Sicura, veloce e facile installazione e smontaggio
  • Pochi sforzi nell'ottenimento, immagazzinamento, trasporto ed inoltre necessita di poche persone
  • Poca necessità di risorse
  • Ottimizzazioni economiche di investimenti, mantenimento, fornitura e di costi di dispiegamento.

Im Jahr 2012 wurden drei im Forschungsverbund flutzschutz entwickelte Konstruktionen vom TÜV-Nord für den Einsatz im abwehrenden Hochwasserschutz geprüft und zertifiziert:

  • FLUTSCHUTZ Quellkade zum Einsatz in der Deichverteidigung bei punktförmig konzentriertem Sickerwasseraustritt
  • FLUTSCHUTZ Auflastfilter zum Einsatz in der Deichverteidigung bei drohendem Grund- und Böschungsbruch
  • FLUTSCHUTZ Doppelkammerschlauch für den linienförmigen Einsatz als Barriere im tiefliegenden Gelände

Nel 2012, tre dispositivi mobili sviluppati dal gruppo di ricerca flutzschutz per la protezione dalle inondazioni, sono stati controllati e certificati dall'agenzia di ispezioni tecniche TÜV-Nord. Il dispositivo mobile ad aria flutschutz è stato utilizzato con successo dal gruppo "THW-Ortsgruppe Hamburg-Nord" durante l'esondazione del fiume Elba nel 2013. Inoltre è stato anche svolto un test di montaggio del dispositivo da parte del gruppo "THW-Ortsgruppe Hamburg-Altona" nel fiume Elba, vicino a Dömitz.


Wasserbau, Küsteningenieurwesen, AQUADOT
FLUTSCHUTZ - Auflastfilter
Wasserbau, Küsteningenieurwesen, AQUADOT
FLUTSCHUTZ - Quellkade

Prof. Dr.-Ing. Baerbel Koppe awarded the Moebius Prize for Innovation 2014 during the 58th Congress of the German Port Technology Association (HTG) in Berlin. The Hamburg based Werner-Moebius-Foundation awards this special prize every two years to experts who have been contributed an outstanding innovation in the fields infrastructure, consulting, industry or logistics that has been applied already in practice. The award was presented to the flutschutz constructions developed by Prof. Koppe and the FLUTSCHUTZ consortium.




Sviluppo di tecniche sostenibili, eco-compatibili, adattabili ed economiche per la protezione delle coste sabbiose

Università di Leuphana a Lüneburg, Ministero per l'istruzione e la ricerca, 2010-12
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Trasporto dei sedimenti

Le coste devono da un lato resistere al carico naturale delle onde del mare, della marea del vento e dall'altro fare i conti con aree densamente popolate. I residenti della costa hanno sempre compiuto grandi sforzi per proteggere le loro proprietà dalle esondazioni e dall'erosione delle coste. Fino ad ora le politiche di sviluppo e le regolamentazioni territoriali non sono state in grado di fermare il processo di concentramento nelle coste. Con i cambiamenti climatici previsti e il conseguente alzamento del livello del mare, le spese per le misure di protezione aumenteranno.

Nel progetto sono stati esaminate e sviluppate ulteriori misure di protezione delle coste. Inoltre saranno definiti in futuro altri argomenti di ricerca e sarà preparato un conseguente progetto europeo con partner dall'Europa e dal sud Africa.

Le seguenti società e istituzioni sono coinvolte nel progetto:

  • Università di Leuphana a Lueneburg, istituto per l'uso di risorse e sviluppo di infrastrutture sostenibili.
  • Council for Scientific and Industrial Research (CSIR), Stellenbosch
  • NAUE GmbH & Co. KG. / Bauberatung Geokunststoffe GmbH & Co. KG, Espelkamp-Fiestel
  • University of Stellenbosch, Institute for Water and Environmental Engineering

Incentivato dal ministero dell'istruzione e della ricerca (BMBF) tramite l'ufficio internazionale del BMBF.




HWS-Mobil - Sviluppo di tubi riempiti d'acqua per la protezione dalle esondazioni

Leuphana Universität Lueneburg, Ministro federale dell'economia e della tecnologia, 2009-11
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Acqua alta sull'Elba 2013
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Sacchi di sabbia posizionati per contenere la piena del fiume a Francoforte sull'Oder, Agosto 1997

Il potenziale dei tubi riempiti ad acqua per la protezione dalle esondazioni può essere sfruttato solamente se i prodotti sono sviluppati propriamente sulla base di metodi teorici ed analitici. L'obiettivo del progetto in cooperazione con altre società è quello di sviluppare dispositivi efficienti e sicuri per la protezione dalle esondazioni. Il lavoro è svolto su base di conoscenze teoriche nel campo dell'idrologia, ingegneria idraulica, geotecnica, design strutturale e gestione delle protezioni contro le esondazioni. Il lavoro è basato inoltre su basi di conoscenze tecnologiche nel campo dei materiali, tecniche di congiunzione, taglio e conoscenze manifatturiere.

Le seguenti società e istituzioni sono coinvolte nel progetto:

  • Università di Leuphana a Lüneburg, istituto per l'uso di risorse e sviluppo di infrastrutture sostenibili (ISRI)
  • Hochschule di Monaco, facoltà di architettura
  • Optimal - Membrane e techniche ambientali GmbH, Menden
  • Karsten Daedler - Lavorazione speciale di membrane e tessuti, Trittau

Incentivato dal ministero dell'economia e tecnologia dietro approvazione del Bundestag tedesco.




RAMWASS - sistema software di supporto alle decisioni per rischi e gestione del sistema acqua, sedimenti, suolo negli eco-sistemi dei bacini fluviali.

Università di Leuphana a Lueneburg, Commissione europea, 2006-09
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Golena dell'Elba nei pressi di Doemitz

L'obiettivo del programma incentivato dalla commissione europea è quello di di sviluppare un sistema software di supporto alle decisioni per rischi (DSS) e la gestione della prevenzione e/o riduzione degli impatti causati dai cambia-menti climatici e dalle attività umane nell'acqua, sedimenti e suolo negli ecosistemi dei bacini fluviali. Il sistema (DSS) dovrebbe incrociare ed integrare i dati geofisici e ambientali provenienti da sistemi di osservazione di terra, così come dati geo-referenziati e integrare allo stesso tempo i dati in una simulazione a computer, i metodi di visualizzazione e strumenti di intelligenza artificiale che contribuiscano a aumentare le conoscenze per le valutazioni dei pericoli degli ecosistemi fluviali e l'idealizzazione di comportamenti che mirino a massimizzare l'integrità e la sicurezza dell'ecosistema e della vita umana.

Le seguenti università ed istituti di ricerca sono stati coinvolti nel progetto:

  • International Center for Numerical Methods in Engineering (CIMNE), Barcellona, Spagna
  • Università Politècnica de Catalunya, Barcellona, Spagna
  • Confederación Hidrográfica del Guadalquivir, Spagna
  • Università Leibniz di Hannover, istituto per costruzioni meccaniche e meccanica numerica
  • Università di Leuphana di Lüneburg, dipartimenti di opere idrauliche e di gestione acqua-suolo
  • Biosphärenreservatsverwaltung Elbe, Hitzackernternational
  • Center of Mechanical Sciences (CISM), Udine, Italia
  • Star Engineering, Padova, Italia



Valutazione e sviluppo di costruzioni difensive per la protezione dall'alta marea

Regione Meclemburgo-pomerania e università di Rostock, 2003-05, Deutsche Bundesstiftung Umwelt, 2006
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Costruzioni temporanee e mobili per la protezione dall'alta marea

Le esondazioni straordinarie che hanno colpito in Germania, in particolare l'Oder nel 1997 e l'Elba nel 2002, hanno mostrato che da un lato i territori non sono sufficientemente (o non lo sono proprio) protetti con tecniche di costruzione contro le esondazioni e dall'altra parte che è necessario un enorme dispendio materiale ed umano per la protezione degli argini in caso di esondazione. Le aree densamente popolate offrono il più delle volte, spazi molto piccoli per progetti permanenti di protezione dalle esondazioni come ad esempio argini. D'altro canto, strutture poco voluminose come muri verticali ostruiscono la vista e tagliano le linee di traffico, quindi le aree urbane sono sempre meno protette dalle esondazioni nonostante la alta concentrazione di valori del luogo.

Recentemente molti progetti di protezioni mobili sono stati immessi sul mercato e promettono di soddisfare le seguenti richieste: protezione in caso di esondazione e libero accesso alla piana allagata nel tempo rimanente. I sistemi di protezione differiscono in materiale, costruzione, altezza e attrezzature permanenti. Possono essere divisi in strutture fatte di sacchi di sabbia, lastre, elementi in cemento, bacini, deflettori, barriere costiere e geo membrane contenitori. Per uso pratico, attenzione verso l'affidabilità, tempo di assemblaggio, acquisto e costi di mantenimento è necessaria la sistematizzazione delle strutture.




Dati idrografici Meclemburgo-Pomerania

Università di Rostock, ufficio statale per l'ambiente e la natura, Rostock 2001-02
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Coste del mar baltico Meclemburgo - Pomerania | Heiligendamm

L'istituto di ingegneria idraulica e costiera dell'Università di Rostock insieme all'autorità governativa per l'ambiente e la natura a Rostock ( StAUN Rostock) dello stato federale di Meclemburgo e Pomerania in Germania, il quale è responsabile della pianificazione e l'autorizzazione di progetti di protezione dalle esondazione in Meclemburgo e Pomerania, ha presentato un progetto di gestione dati chiamato"Hydrographical Data MV". L'obiettivo principale del progetto era quello di rendere accessibili i dati di tutte le possibili misure idrografiche e meteorologiche e quindi renderle utilizzabili per il StAUN Rockstock.




Analisi delle misure delle onde e valutazione di dati sul campo

Project Based Staff Exchange Programme (PPP), NSC-DAAD ricerca in collaborazione con l'università di Rostock National Cheng Kung University, 1998-99
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Moto ondoso durante un tifone nell'est di Taiwan nell'autunno del 1998
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Mare grosso sulle coste dell'est di Taiwan nell'autunno del 1998

Le zone più densamente popolate del mondo sono quelle costiere. Per necessità di residenza, agricoltura e svago la popolazione difende i suoi insediamenti dalle forze erosive dell'oceano o addirittura reclama territori dell'oceano per estendere risorse e aree utilizzabili. Lo sviluppo delle zone costiere è un argomento di molta importanza, specialmente in paesi dove esistono esistono vari interessi nell'uso delle aree costiere come in Taiwan o in Germania.

Taiwan è un isola affollata con una popolazione di 21 milioni di persone ed un area solo di 36.000 km². Per di più, due terzi del paese si trovano su zone di montagna sprovviste di insediamenti e senza nessuna possibilità di praticare l'agricoltura. Le condizioni idrologiche della zona costiera di Taiwan sono molto speciali. In Taiwan la marea influenza molto il paese, con più di 4 metri di differenza nella costa ovest, invece la costa ad est deve fare i conti con l'impatto diretto del ingrossarsi dell'oceano pacifico. A causa dei monsoni in inverno e forti attacchi di tifoni in estate, il mare è sempre in subbuglio. Questi continui carichi fanno si che si verifichino processi di erosione sulle coste e avvengano frequenti alluvioni. Un ulteriore problema è dato dall'alto tasso di profondità della terra in alcune parti dell'isola in relazione al livello di profondità della falde acquifere, ciò è dovuto ad un uso intensivo del suolo agricolo dell'area costiera. L'obiettivo dell'ingegneria costiera è quello di fornire prospettive per uno sviluppo sostenibile del fragile ecosistema costiero affrontando possibili scenari disastrosi e preservando la natura.

Le coste tedesche si trovano sulle zone dove soffiano venti da ponente. Questo avviene a causa della loro posizione geografica che si trova approssimativamente a 55 gradi latitudine nord. Le tempeste da sud-ovest possono diventare violente quando incontrano il mar del nord e spesso fanno innalzare il livello del mare di 4 metri. Nel 1962 sono morte più di 300 persone a causa di una tempesta nelle coste tedesche del mar del nord. Il mar del nord non ha quasi nessuna influenza sulla marea ma le tempeste da nord-est possono innalzare il livello dell'acqua più di 3 metri sopra il normale livello dell'acqua; come è successo nel 1872 quando sono morte più di 60 persone. Seri problemi di erosione esistono anche nelle coste del mar del nord e del mar baltico. I dati ci dicono che il tasso di erosione per anno ha raggiunto la misura di 1 metro. Oggi molte zone costiere si trovano all'interno di parchi nazionali o riserve naturali dove vigono regolamenti rigidi che a volte mettono in contrasto il bisogno della popolazione di terreni agricoli, insediamenti e svago.

L'attuale stato di conoscenza sullo sviluppo delle zone costiere è essenzialmente basato su l'esperienza acquisita da generazioni. La considerazione del bilancio ecologico in aree multifunzionali come quelle costiere è invece cosa nuova. La dichiarazione di Rio nel 1992 ha dato una svolta all'idea di sviluppo sostenibile. Monitorare i fenomeni oceanografi-ci è il miglior modo per acquisire conoscenza sull'ambiente e ciò dovrebbe essere rafforzato in futuro.


AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Ricercatori del COMC e del IWR a Tainan nel settembre 1998
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Boa-IWR nel mar baltico

Il Coastal Ocean Monitoring Center (COMC) dell'università nazionale Cheng Kung (NCKU) A Tainan, Taiwan, R.O.C ha dato il via ad un network di osservazione oceanografica intorno all'isola di Taiwan. Il sistema di misurazione consiste in boe e pali, i quali sono stati sviluppati da COMC per andare incontro alla richiesta di ambienti oceanografici locali. I dati misurati sono: spettri d'energia delle onde e le loro rispettive altezze, periodi e direzioni, velocità del vento e direzione, temperatura del mare e dell'aria e pressione atmosferica.

L'istituto d'ingegneria idraulica e costiera (IWR) dell'università di Rostock in Germania, è impegnato in attuali problemi costieri in molteplici campi, come la gestione delle zone costiere dell'isola di Sylt nel mare del nord e studi sull'erosione costiera lungo il mar baltico. Recentemente è stato messo in atto un progetto congiunto con l'università di Kiel e differenti istituzioni governative sul tema "Influenza dell'erosione delle scogliere costiere del mar baltico nella dinamica delle adiacenti acque poco profonde". Gli obbiettivi base del programma di ricerca sono: la determinazione delle relazioni tra gli impatti idrodinamici, il declino delle scogliere e lo sviluppo della battigia. Il programma è stato eseguito sulla base di approcci teorici e campi investigativi.

Per entrambi gli istituti, il COMC ed il IWR, lo scambio di conoscenze ed esperienze ha portato un grande beneficio

A causa dei molti interessi comuni all'interno del Vitaal Exchange Programme PPP "Analysis of Wave Measurements and Assessment of Field Data", la "German Academic Science Service DAAD" e la cinese "National Science Council NSC" hanno finanziato il costo del viaggio per lo scambio di giovani scienziati del NCKU e del IWR.

Il "Vitaal exchange programme" si svolgeva dal giugno 1998 fino a dicembre 1999. All'interno del programma è stato organizzato uno scambio di tre ingegneri cinesi e quattro tedeschi.

Durante la loro permanenza al IWR, i colleghi cinesi hanno lavorato al progetto di ricerca per i dati di misurazione delle onde "Influenza dell'erosione delle scogliere costiere del mar baltico nella dinamica delle adiacenti acque poco profonde" e nell'applicazione di un alta risoluzione (tempo e spazio) direzionale dei dati delle onde nel campo dell'ingegneria costiera. I colleghi cinesi hanno adattato i loro metodi per la determinazione di uno spettro tridimensionale dello stato del mare sui preesistenti strumenti di misurazione dell'IWR, consistenti in boe che raccolgono informazioni "Direc-tional Wave Rider" e hanno valutato le strutture direzionali della condizione del mare. Sono stati utilizzati i seguenti metodi di valutazione: serie finita del metodo di Fourier (FFSM), metodo della massima verosimiglianza (MLM), metodo d'entropia massima (MEM) e un approccio basato sul teorema di Bayes (BAM). Nella fig.1 è riportato un esempio di spettro d'onda tridimensionale.

Gli scienziati hanno inoltre visitato il Franzius-Institut dell'università di Hannover e l'istituto di ingegneria idraulica e costiera dell'università di Braunschweig. All'inizio del dicembre 1999 è stata fatta un escursione tecnica nelle aree costiere della Germania e della Danimarca. Questo tour includeva un seminario in diverse istituti danesi, come il "Danish Hydraulic Institute (DHI) ad Horsholm e l'istituto "Hydraulic Engineering Administration Centre" di Hvide Sande così come la visita di importanti edifici nell'area costiera quale il "Great Belt Crossing" in Danimarca e la "Storm-Flood-Barrier" nel fiume Eider in Germania. Per di più è stato organizzato nel dicembre del 1999 a Lauenburg un "seminario congiunto sulle misurazioni dei campi d'onda disomogenei delle coste di Taiwan" sotto la direzione del centro di ricerca GKSS di Geesthacht.

Durante la loro visita a Taiwan gli ingegneri tedeschi hanno lavorato all'interno di progetti di ricerca chiamati " L'evoluzione dello spettro in acque poco profonde" e "Analisi di onde estreme" del centro di monitoraggio delle coste oceaniche (COMC). Questi progetti includevano misurazioni della condizione direzionale del mare nelle coste occidentali e orientali di Taiwan. Durante lo scambio vennero discussi, sia in Germania che in Taiwan, in dettaglio vari concetti di misurazione (obiettivi, strumenti tecnici e metodi di valutazione). La visita ha permesso una presa d'atto molto ravvicinata dei progetti di misurazione di Taiwan anche al riguardo della valutazione delle condizioni tecniche ed organizzative. Una parte del lavoro si focalizza sull'adattamento dei metodi di statistica per la valutazione e la stima dei dati d'onda direzionali, forniti dal (COMC), dello stato del mare delle coste del Taiwan. Un metodo per la valutazione dei dati d'onde direzionali a lungo termine dalle misurazioni a breve termine, le quali sono state sviluppate e applicate al IWR, è stato adattato ai dati d'onda misurati nelle coste di Taiwan. Ciò offre la possibilità di valutare l'onda a lungo termine basandosi sulla correlazione vento-onda e usando le informazioni del vento a lungo termine.

Il soggiorno a Taiwan è stato utilizzato anche per la preparazione e la partecipazione nel "secondo seminario congiunto tedesco-cinese sui recenti sviluppi d'ingegneria costiera" nel settembre del 1999 a Tainan. La conferenza ha offerto interessanti letture e discussioni nel campo dell'ingegneria costiera, sia in Germania che a Taiwan.

All'interno del progetto di lavoro, i colleghi tedeschi hanno tenuto una lezione al dipartimento di ingegneria idraulica e Oceanica all'università di Cheng Kung sugli studi dell'università di Rostock e sui loro lavori di ricerca attuali. L'escursione tecnica al porto di Kaoshiung, di Taichung e all'istituto di tecnologia marina e portuale di Taichung ha gettato uno sguardo interessante alle problematiche che riguardano il campo dell'ingegneria e che assumono importanza potenziale-economica dei porti di Taiwan.

Inoltre l'IWR ha prodotto una videocassetta-demo, intitolata "The Buoy", la quale mostra l'installazione e l'impiego delle boe COMC per la misurazione dello stato del mare sulle coste di Taiwan.




The Buoy

Università di Rostock e centro di monitoraggio delle coste oceaniche / DAAD, NSC, 1998
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Screenshots | Documentazione

Il video mostra lo sviluppo e l'utilizzo delle boe di misurazione del centro di monitoraggio delle coste oceaniche (COMC) dell'università nazionale Cheng Kung di Tainan. Il COMC ha fondato un network d'osservazione oceanografica intorno Taiwan. Il sistema di misurazione consiste in stazioni di pali e boe, sviluppate da COMC, per soddisfare il bisogno di stazioni di misurazione locale per l'ambiente oceanografico. Le stazioni sono localizzate sia in acque poco profonde sia in quelle profonde.

I dati misurati sono: energia dello spettro delle onde e la loro rispettiva altezza, periodi e direzioni, direzione del vento e velocità, temperatura dell'acqua e dell'aria e pressione atmosferica.

La raccolta di informazioni porterà ad un significativo miglioramento in: gestione delle zone costiere, prevenzione disastri, previsioni meteorologiche, progetti di strutture costiere, offshore e navigazione.

Svolto all'interno del progetto di ricerca: "Analysis of wave measurements and assessment of field data" del DAAD (Deutscher Akademischer Auslandsdienst - German Academic Exchange Organisation) e del NSC (National Science Council, Taiwan - R.O.C.).




L'esondazione nell'estate del 1997 dell'Oder tra Ratzdorf e Hohensaaten

Università di Rostock, ministero per l'istruzione e la ricerca, 1997-98
AQUADOT, Società d'ingegneria, Ricerche
Animazione di documentazione

Le precipitazioni estreme dell'estate 1997 nel bacino idrografico superiore del fiume Oder hanno condotto ad una esondazione catastrofica in Repubblica ceca, Polonia, e Germania. Il picco del livello dell'acqua ha oltrepassato il massimo in molti luoghi. L'evento si è contraddistinto in particolare in Germania per il lungo tempo di durata.

La documentazione non solo mostra lo scolo del flusso nelle zone colpite dall'esondazione ma ci da anche l'idea della complessità delle misure di protezione. Allo stesso tempo la documentazione fornisce conclusioni politiche e tecniche per la protezione futura dalle esondazioni del fiume Oder. Il video mostra il retroscena storico, idrologico e geografico della regione dell'Oder colpita dall'esondazione e allo stesso tempo ci da informazioni sui danni, sui sistemi tecnici di protezione dalle esondazioni e su una corretta prevenzione.

Nella documentazione sono contenute animazioni, descrizioni di danni agli argini del fiume | Frammenti della documentazione video sono visibili a questo

Autori: Baerbel Koppe e Manfred W. Juergens, istituto di costruzioni idrauliche, università di Rostock 1997-98

Prodotto con il sostegno finanziario del ministero dell'istruzione, scienze, ricerca e tecnologia.